16 marzo 2012 Didattica News 0

I rifugi scolastici antiaerei della II Guerra Mondiale

Chi ha mai sentito parlare dei rifugi scolatici usati durante la II Guerra Mondiale? Avete mai notato frecce dipinte sui muri delle case? Scopriamo insieme i luoghi sotterranei della città che durante la Seconda Guerra Mondiale sono stati adibiti a rifugi antiaerei.

Video, foto e testimonianze per ripercorrere e non dimenticare quegli anni attraverso le storie che rendono la Storia un’esperienza vicina alla nostra realtà quotidiana. Il laboratorio propone la scoperta delle scuole di Zona 9 adibite a rifugio utilizzando una mappa tematica.

Destinatari: scuole primarie (secondo ciclo), scuole secondarie di primo e secondo grado.

Per gli insegnanti

Incontri di formazione e predisposizione di materiali didattici cartacei (mappe, schede tematiche) e/o multimediali.

Per gli alunni

In classe: Ecomuseo propone agli alunni delle scuole di Milano un incontro durante il quale gli studenti ripercorreranno grazie a una linea del tempo le tappe principali di Milano in guerra.

Verranno distribuiti materiali in cui è possibile riconoscere la mappatura delle frecce che segnalavano la presenza di rifugi sotterranei nella città, alcune di esse ancora presenti e riconoscibili.

Una video-intervista racconterà ai ragazzi quello che due testimoni dell’epoca ricordano della loro vita scolastica durante gli anni della guerra.

 

Nel rifugio: Visita nei sotterranei della scuola primaria “Giacomo Leopardi” di viale Bodio. In presenza di un testimone dell’epoca visiteremo i locali che ospitavano il rifugio. Gli alunni avranno modo di conoscere e fare domande a chi ha vissuto questa esperienza in età scolare. Un video composto da immagini e suoni di repertorio propone una visione di Milano durante gli anni della guerra.

 

 Archivio percorsi già svolti:

2011_“La memoria nascosta di Milano. Storia e storie dei rifugi antiaerei delle scuole di Zona 9” si è svolto durante il 2011 ed ha permesso di comporre una mappa e ricomporre le tracce e le testimonianze presenti negli edifici scolastici di Zona 9. Questi vennero adibiti a rifugi durante la seconda guerra mondiale, ospitando non solo la comunità scolastica, ma anche quella civile, sopperendo alla mancanza di luoghi adeguati e attrezzati nelle abitazioni private.

Ecomuseo Urbano ha realizzato una brochure, sussidio destinato alle comunità scolastiche e a tutti i cittadini, che documenta il lavoro di ricerca condotto dalle esperte di EUMM e quello di elaborazione realizzato dagli alunni e dagli insegnanti della Scuola primaria “Giacomo Leopardi” di viale Bodio, con la quale EUMM ha collaborato per la messa in valore dei rifugi sotterranei, realizzando interviste a testimoni privilegiati dell’epoca e accompagnando il lavoro delle classi nella rielaborazione personale delle memorie dei luoghi.

Ecco l’esterno e l’interno della brochure “La memoria nascosta di Milano”.

Alcune immagini dell’apertura del rifugio presso la scuola G. Leopardi di viale Bodio.