12 Ottobre 2012 News 0

Riconoscetevi! Progetto TUaSesto: I film di famiglia donati dai cittadini di Sesto proiettati e sonorizzati dal vivo

Riconoscetevi! Partecipa riconoscendo amici, colleghi, parenti e conoscenti. Grazie al progetto TUaSesto abbiamo raccolto 15 mila metri di pellicola e li abbiamo digitalizzati tutti, adesso venite a riconoscervi!

GUARDA l’antologia degli HOME MOVIES, sonorizzata da Beppe Sordi

Sabato 20 ottobre, presso spazio MIL, a Sesto San Giovanni, dalle 18,30 si terrà l’evento di restituzione della raccolta TUaSESTO.
Apriremo la serata alle 18,30 con due importanti documenti d’autore che ci riporteranno indietro negli anni ’60. La Fondazione ISEC, presenterà il documentario di Libero Bizzarri, I muri di Sesto parlano. Il video viene realizzato nel 1967 dal documentarista marchigiano con la consulenza del fotografo sestese Tranquillo Casiraghi. A seguire l’Archivio del Lavoro presenterà il progetto di metro_polis sul fondo filmico di Silvestre Loconsolo. Soprannominato il fotografo della Camera del Lavoro, egli ha documentato in video anche le lotte nelle fabbriche sestesi. Saranno proiettati brevi filmati sonorizzati attraverso le interviste di Giuseppe Granelli.

Tra tanti momenti di vita privata e famigliare, nei fondi raccolti, abbiamo trovato un bellissimo documento di vita collettiva girato da Ezio Seveso. Si tratta delle esperienze della comunità della Torretta di Sesto San Giovanni.
Un altro momento della vita collettiva della città è mostrato nelle immagini del fondo Galbiati del Comune di Sesto, si tratta della cronaca della marcia del 1° Maggio uno degli eventi sportivi più importanti della storia della città.
Entrambi i filmati saranno proiettati in pellicola 16mm.

Alle 21: riconoscetevi! Guardatevi con attenzione nei vostri filmini di famiglia, riconoscete amici, parenti, colleghi e conoscenti!

Una breve antologia, curata da Home Movies ci darà l’occasione per osservare come eravamo. La proiezione sarà accompagnata dal musicista Beppe Sordi e dalla sua bicicletta preparata.
Alle 21,30, infine, ci sarà la proiezione di Formato ridotto. Si tratta di un film collettivo che segna l’incontro tra Home Movies e un gruppo di scrittori. Enrico Brizzi, Ermanno Cavazzoni, Emidio Clementi, Ugo Cornia e Wu Ming 2 hanno elaborato dei testi originali trovando nelle immagini dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia l’occasione di sperimentare nuove tecniche narrative. Grazie ad approcci diversi, in un’opera unica convergono cinque episodi dagli esiti sorprendenti, singoli episodi di corta durata, di volta in volta trasfigurati in saggio, racconto, cronaca e divagazione.

Durante la serata gli operatori Home Movies offriranno ai possessori di pellicole amatoriali (Super8, 8mm, 16mm, 9,5mm) una consulenza gratuita sul loro recupero. Il servizio sarà offerto a coloro che hanno partecipato al progetto TUaSESTO. Ma anche tutti coloro che hanno dei “vecchi filmini” e desiderano rivederli dopo tanto tempo o scoprirli per la prima volta.

L’iniziativa rientra nel programma dell’Home Movie Day 2012 – Giornata internazionale del film di famiglia. L’Home Movie Day è una manifestazione nata negli Stati Uniti nel 2003. Questa prevede lo svolgersi contemporaneo in tutto il mondo di una giornata volta alla riscoperta dei film di famiglia e alla sensibilizzazione dell’importanza di salvare le memorie filmiche private.

E per finire…

Domenica 21 sempre allo Spazio MIL, andrà in scena lo spettacolo La fabbrica della memoria, con la regia di Sara Valota. La storia operaia di Sesto S. Giovanni narrata dai racconti dei lavoratori delle grandi fabbriche, con musica dal vivo, ballo e video proiezioni.
Un percorso suggestivo che collega passato e presente, ricorda la vita sociale, lo scandire del tempo, il significato dato al lavoro quando a Sesto S. Giovanni esistevano ancora fabbriche come la Falck, la Breda, l’Ercole Marelli…